Pasqua a Caltabellotta – 2018

Dopo l’ultimo video del 2016, che potete trovare cliccando qui, ecco di nuovo un nuovo reportage sulla Pasqua a Caltabellotta. Questa volta è raccontata con lo stile documentaristico che ho intrapreso due anni con la festa in onore di Maria Santissima dei Miracoli e del Santissimo Crocifisso, continuando il mio progetto di narrare le feste di Caltabellotta.

Personalmente sono molto legato alla Pasqua, essendo nato in un lontano Venerdì Santo, ed al concetto di distruggere per poter risorgere più forti di prima, di cadere per rialzarsi. Un concetto che lega i riti primaverili e, tra questi, la Pasqua. In primavera infatti la natura, che sembrava morire durante l’inverno, risorge in maniera prorompente dando il massimo delle potenzialità. Questa straordinaria capacità della natura mi ha sempre affascinato, ed ha affascinato nel corso dei secoli diverse culture che hanno ideato anche creature leggendarie che rinascono dalle loro ceneri, come l’araba fenice. Proprio da questa, il cristianesimo ha ripreso il culto della morte e della risurrezione, con il fuoco che ritorna ad illuminare la buia notte.

In questo documentario ho voluto riportare tutto ciò che riguarda la Pasqua a Caltabellotta. Oltre alle rappresentazioni della Passione di Gesù, magistralmente curate dal comitato della Settimana Santa presieduto da Giuseppe Sala, ho introdotto il dietro le quinte che richiedono tanto tempo e dedizione.

Per la prima volta ho esplicitamente spiegato i prodotti tipici che i caltabellottesi preparano per la Domenica: la froscia e i cannilera. La froscia è una frittata ricca di gusto ma povera di ingredienti, quelli che la tradizione contadina e pastorale del mio piccolo paesino aveva in abbondanza. Mentre i cannilera, pur nella loro semplicità, celano dietro la loro bianchissima velata, l’abilità e la pazienza di chi li realizza. Di entrambi troverete le ricette sia nella versione in download che nel DVD.

Infine San Michele. Un culto antico che a Caltabellotta raccoglie, oggi, tutta la comunità. Tuttavia, come spiego nel video, non è sempre stato così. Egli condivideva l’euforia con San Sebastiano nelle famose rigattiate che accompagnavano la processione pomeridiana del Cristo Risorto. Tuttavia nel nostro paese essere subirono un arresto, lasciando spazio solo all’Arcangelo.

Il più completo documentario sulla festa più amata dai giovani di Caltabellotta. Visionabile cliccando sulla seguente immagine.

Di seguito la galleria delle foto da me realizzate: alcune delle foto sono disponibili per la stampa in tutte le dimensioni e diversi materiali per arredare la vostra casa. Contattatemi in privato per maggiori informazioni.

Annunci

La tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.